Tag

, ,

Il film Nemico pubblico n.1, uscito in due parti L’istinto di morte e L’ora della fuga per la regia di Jean-François Richet, racconta le vicende di Jacques Mesrines ed è tratto direttamente dalla sua autobiografia.

Un magistrale Vincent Cassel, premiato col Cesar come miglior attore, riesce a rendere le molteplici sfaccettature di questo bandito che imperversava per la Francia e oltre negli anni settanta. Il film si apre con l’assassinio di Mesrines per mano della polizia in un agguato nelle vie di Parigi, perché, dopo varie fughe dalle carceri, non si poteva più rischiare di catturarlo vivo. La figura di Mesrines è mostrata in tutte le sue sfumature e contraddizioni, partendo dalla sua partecipazione alla guerra d’Algeria come soldato fino all’ascesa nel mondo della malavita parigina. Ne esce una figura eclettica, capace di adattarsi alle situazioni che si presentano e che non rifugge dall’uso della violenza.

Non un giallo ma un noir ben girato e ben interpretato.

Rimarchevole l’interpretazione di Gerard Depardieu come capo della cosca criminale a cui si associa Mesrines.

Per chi avesse curiosità di vedere il trailer..