Dunque, due precisazioni: 1. non amo tutto ciò che tocca Spike Lee, ma riconosco il genio quando lo vedo e questo film è geniale; 2. il film è vecchio, è uscito al cinema nel 2006, quindi tutto quello che posso dire sicuramente qualcuno l’avrà già detto, prima e meglio di me.. ora che è tutto chiaro, proseguiamo.

Il film comincia con un primo piano di Clive Owen che guardando dritto in macchina dice:

« Il mio nome è Dalton Russel. Fate attenzione a quello che dico perché scelgo le parole con cura e non mi ripeto mai. »


Inizio intrigante, ma non basterebbe a far incassare a un film 88 milioni di dollari.. quindi il bello è ciò che segue.. e ciò che segue è una rapina, o almeno questo è quello che sembra..

Tutto si svolge in maniera piuttosto rapida, alcune persone vestite da imbianchini entrano in una banca, mettono fuori uso le telecamere di sorveglianza, prendono un certo numero di ostaggi e una volta intervenuta la polizia, con tanto di negoziatore annesso e connesso, fanno le loro richieste.. un pullman, un aereo, cibo, garanzie.. tutto come in qualunque film d’azione che si rispetti..

In effetti non proprio, ma è per questo che bisogna fare attenzione a quel primo piano iniziale..

Un film da vedere, far vedere e rivedere periodicamente, anche per quella dose di presa in giro che sta dentro al personaggio del negoziatore, molto macchiettistico eppure davvero ben riuscito, tanto quanto il cattivo di turno.. che è molto meno cattivo di un sacco di buoni samaritani..

Inside man - Spike LeeRegia: Spike Lee.

Interpreti principali: Denzel Washington, Clive Owen, Jodie Foster, Christopher Plummer, Willem Dafoe.

Poliziesco d’azione. Durata 129 min.

Gran Bretagna, USA 2006