Tag

, ,

Ok, l’ho visto.. due puntate, così da non dovermi poi dire “vedi, se aspettavi la seconda puntata..”

Pensavo e speravo decisamente meglio, ma comprendo da me, che era quantomeno difficile se non proprio impossibile.. La serie originale è talmente bella, nonostante le perdite importanti lungo il cammino, che fare altrettanto era davvero un’impresa.. non che fosse impossibile, la Pixar ci è riuscita praticamente ogni volta, basta pensare a Toy Story, che alla sua terza uscita al cinema si è presentata all’altezza dei primi due film, riuscendo a inserire qualcosa di nuovo con grande classe.. ma la Pixar è la Pixar.. Comunque, tornando allo spin-off più atteso dell’anno.. ecco, non è che sia proprio una serie da buttare, anzi, ha la sua bella fotografia un po’ sporca (come si conviene ad una red cell) e il suo montaggio ritmato ma classico.. però, le storie mancano di approfondimento e i personaggi risultano poco umani.. anche la fantastica Penelope Garcia, sembra ridimensionata.. magari è la falsa impressione degli inizi, magari l’abitudine alle vite dei personaggi viene con il tempo.. però tocca dare ragione a chi prima di me, aveva già visionato (in lingua originale) il pilot.. si poteva sicuramente fare di più..

Suspect BeaviorLa prevedibilità delle mosse dei profiler, tanto quanto quella degli SI, lascia poco spazio all’immaginazione.. quello che mi piace nella serie originale, ossia la scrematura e il lavoro (fatto di percentuali e probabilità) per portare alla luce il singolo indiziato da una vera e propria folla.. qui mi pare mancare, o perlomeno, essere ridotto al minimo.. la forza dell’Unità Analisi Comportamentale, che è quella di tracciare un profilo, nello spin-off diventa marginale.. per di più, le persone, ossia quella parte dei personaggi a cui ci si affezziona, restano lontane.

Probabilmente si tratta di un commento che il grande pubblico non condividerà, ma personalmente ho preferito e preferisco serie meno note ma che hanno di più da raccontare.. non male tra le altre Flashpoint, The Unusual, Whitechapel e Law&Order UK.. Per chiudere, ci affidiamo ad una citazione..

Gilbert Keith Chesterton

“Talvolta l’uomo d’affari di successo fa i soldi grazie alla propria abilità ed esperienza, ma di solito li fa per sbaglio.”

Gilbert Keith Chesterton