Tag

, , , , , , ,

Benedetta la trasmissione Per un pugno di libri, che ogni domenica ci regala alcune piccole perle, altrimenti introvabili nella moderna accezione della televisione..

fioritura

Questa domenica Piero Dorfles, ci ha buttato lì, con l’eleganza di chi riesce a non farti pesare la sua vasta e profonda istruzione, l’orgine della parola assassino, termine con cui, tutti gli amanti del genere giallo, hanno a che fare (qualunque sia la forma scelta.. Tv, cinema, libri, fumetti, etc.) almeno una volta in ogni avventura.

Per tutti gli sfortunati che si sono persi la trasmissione (sempre recuperabile nelle teche rai disponibili sul web – www.tai.tv)  di seguito qualche riga per spiegare la curiosa associazione del titolo.

persiahashishAssassino (ant. anche assessino) s. m. (f. -a) [dal plur. Assassini (adattam. dell’arabo ashīshiyya, prob. nella forma non documentata ashīshiyyīn, propr. «uomini dediti al ḥashīsh»), denominazione occidentale di una setta musulmana con cui vennero a contatto i crociati in Siria nei sec. 12° e 13°].

La parola assassino si rifà al termine usato per identificare comunemente i Nizariti , ovvero gli aderenti al movimento ismailita fondato da Hasan-i Sabbāh, tra Damasco e Antiochia, ai tempi delle Crociate.

I Nizariti erano chiamati anche Hashashyyn, termine direttamente derivato dalla parola hashish. Secondo la credenza i Naziriti, facevano uso di una bevanda a base di hashish (un derivato delle foglie di Canapa) prima di uccidere, per alleviare le sofferenze dell’atto (una tradizione diversa vuole che fossero invece drogati con hashish per essere meglio controllati dal loro capo, il Veglio o Vecchio della montagna Hasan-i Sabbāh appunto).

Altra origine del termine, vorrebbe nel nome Hasan l’origine della parola, il cui significato sarebbe quindi quello di seguaci di Hasan. Gli Assassini erano dei sicari ismailiti (una minoranza sciita), che eliminavano i capi politici sunniti in paesi mediorientali come Persia e Siria. Da questo l’associazione moderna tra la parola Assassino e il concetto di sicario o più in generale di omicida.

Fonti: wikipedia, www.treccani.it, www.tai.tv, www.etimo.it, www.sapere.it